CANALE DI SUEZ.

Lasciamo Brindisi con una nave e ci dirigiamo verso il canale di Suez.Il nostro Mr. Fogg lo percorse appena 3 anni dopo la sua inaugurazione, nel 1869. Oggi noi abbiamo la fortuna di percorrere tutti i 190 km del canale largo circa 200 m. Ma nel 1869 la larghezza era di appena 53 metri! Il canale consente dal Mar Mediterraneo di raggiungere direttamente il mar Rosso e il mar Arabico senza dover circumnavigare tutta l’Africa. E’ indubbiamente un passaggio interessante, sebbene oggi sia utilizzato più per il trasporto merci che non quello turistico.

Arrivando da Brindisi giungeremo all’ingresso del canale dal lato di Port Said, notando subito il bell’edificio in stile coloniale che sorge sulle sue sponde, un tempo sede dell’Autorità governativa che gestiva il Canale di Suez e il suo traffico. Port Said è oggi una località marittima egiziana, senza grosse attrazioni turistiche. Una volta addentrati nel canale possiamo rilassarci osservando, per quasi 15 ore di attravarsamento, il paesaggio desertico che si aprirà intorno a noi. A Suez noteremo subito svettare la grande Moschea cittadina, posta proprio al limite del canale. Quando la vediamo significa che stiamo sfociando nel Mar Rosso.

Da qui non ci resta che continuare la navigazione fino a Bombay, la nostra prossima tappa sulla terraferma.

Fogg di Davide Ligas

Via dei Sei Martiri 1, 10059, Susa (TO)
P.IVA: 11649570014 | C.F.: LGSDVD86D15L2195

Mail: info@fogg-torino.com
PEC: davide.ligas@pec.it
Tel: 392.49.31.839

Privacy - Cookie Policy

Fogg-Torino

Iscriviti alla Newsletter

Non perdere nessuna novità da Fogg: iscriviti alla newsletter.

Privacy

Ti sei iscritto con successo!